Ultime dalla sterlina britannica (GBP) – Lockdowns, Brexit e tassi di interesse negativi

La sterlina britannica (GBP) è in difficoltà da alcuni anni. Il suo valore è stato influenzato dalla crisi della zona euro e dalla sua stessa recessione. Questa debolezza del GBP sta rendendo più difficile per il popolo britannico spendere i soldi che hanno guadagnato all’estero.

Blocchi: il governo del Regno Unito e le società di servizi finanziari nel Regno Unito hanno limitato la circolazione di persone, merci e capitali attraverso il confine. Lo hanno fatto anche nel tentativo di ridurre l’offerta di manodopera nel Regno Unito. Se ci sono meno persone, beni e capitali disponibili per la vendita nel Regno Unito, il prezzo sarà più alto. C’è un enorme effetto sul valore della sterlina britannica, se un paese sperimenta un’improvvisa carenza di manodopera.

La Gran Bretagna ha recentemente vissuto alcune delle peggiori rivolte da molti anni. Ci sono state manifestazioni in molti paesi e città in tutta l’Inghilterra e ci sono preoccupazioni per il futuro del Regno Unito. Questi sviluppi hanno ridotto la quantità di reddito disponibile disponibile per i cittadini britannici. C’è anche qualche speculazione sul fatto che l’euro non sopravviverà alla crisi attuale. Il valore della sterlina britannica diminuirà ulteriormente se si verificheranno questi sviluppi.

Ultime – Lockdowns, Brexit e tassi di interesse negativi

Ci sono altre aree in cui la sterlina britannica è stata influenzata negativamente. Ad esempio, la Banca d’Inghilterra ha avviato il processo di allentamento quantitativo, che consiste nel pompare denaro nell’economia. Per aumentare la liquidità nel sistema finanziario del Regno Unito, la Banca d’Inghilterra ha aumentato le dimensioni del proprio bilancio. Il piano attuale è quello di aumentare le dimensioni del bilancio di un totale di sessanta miliardi di sterline entro la fine di quest’anno.

Al fine di stimolare l’economia, la Banca d’Inghilterra ha introdotto tassi di interesse negativi. Questi tassi sono fissati al tasso che le banche si applicano reciprocamente per prendere in prestito denaro. Ciò significa che quando una banca prende in prestito denaro da un’altra banca, il tasso applicato dalla banca al singolo mutuatario viene ridotto di questo importo. Ciò ha l’effetto di ridurre la quantità di denaro che un individuo deve rimborsare alla banca. Poiché la banca addebita meno interessi, i suoi margini di profitto aumentano.

Inoltre, il governo ha annunciato che ritirerà contanti dal suo conto bancario nazionalizzato. Questo denaro proverrà da un fondo che è stato istituito per aiutare con il pagamento del debito. nel caso in cui il Regno Unito sia costretto a lasciare la sua adesione all’Unione europea.

La Banca d’Inghilterra ha anche affermato che inizierà ad acquistare monete in sterline britanniche. al fine di mantenere stabile la valuta. L’effetto che questo avrà sulla sterlina britannica non avrà un effetto diretto sul valore della moneta ma può far aumentare il prezzo della sterlina britannica se la domanda per la sterlina aumenta. La domanda per la sterlina non diminuirà all’improvviso, ma rimarrà instabile fino a quando non verrà trovata una soluzione.

Tassi di interesse negativi: come nel caso di molti paesi che hanno difficoltà finanziarie, il governo britannico ha introdotto tassi di interesse negativi per cercare di incoraggiare una maggiore spesa. Negli ultimi mesi è aumentato il tasso di interesse applicato su prestiti e mutui. Più basso è il tasso di interesse su prestiti, mutui e transazioni con carte di credito, più denaro sarà disponibile al pubblico sotto forma di reddito. È diventato più importante tenere denaro in banca, in modo da evitare la possibilità di perdere la capacità di prendere in prestito denaro in futuro.